LINK ALTRI COMITATI E SITI ISTITUZIONALI
 
News
18/03/2013
PER ORA NESSUN OBBLIGO DEL DEFIBRILLATORE

      DEFIBRILLATORI

Si ritiene opportuno riportare all’attenzione delle Società estratto della Circolare n° 31 riguardante copia della nota del 16 gennaio 2013, pervenuta dall’Ufficio Coordinamento Attività Politiche e Istituzionali del C.O.N.I., inerente a “provvedimenti statali interessanti l’organizzazione sportiva”, pubblicata con il Comunicato Ufficiale nr. 63 del 24/01/2013 e specificatamente all’utilizzo dei dispositivi salvavita (defibrillatori).

 

C) Legge 8 novembre 2012, n. 189, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, recante “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela per la salute”.

 

E’ stata pubblicata nel Supplemento ordinario n. 201/L. alla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 263 del 10 novembre 2012, la legge indicata all’oggetto recante “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di Tutela per la salute”.

 

In sede di conversione in legge del provvedimento in oggetto è rimasto inalterato il disposto dell’art. 7, comma 11, del suddetto decreto il quale dispone che, “al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un’attività sportiva non agonistica o amatoriale, il Ministero della salute, con proprio decreto, adottato di concerto con il Ministro delegato al turismo e allo sport, dispone garanzie sanitarie mediante l’obbligo di idonea certificazione medica, nonché linee guida per l’effettuazione di controlli sanitari sui praticanti e per la dotazione e l’impiego, da parte di società sportive sia professionistiche che dilettantistiche, di defibrillatori semiautomatici e di eventuali dispositivi salvavita”.

 

Ciò premesso, si conferma che per il momento la norma non determina l’insorgere di alcun obbligo in capo alle società sportive (professionistiche e dilettantistiche) quanto alla dotazione ed impiego di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita: occorre, infatti, attendere l’emanazione del succitato decreto ministeriale e delle relative linee guida.

A tale riguardo si tiene, altresì, a precisare che il CONI ha chiesto di essere interpellato e di partecipare attivamente al procedimento di definizione dell’emanando decreto ministeriale.