LINK ALTRI COMITATI E SITI ISTITUZIONALI
 
News
13/01/2016
DECRETO BALDUZZI - DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO (DAE)

Trento, 12 gennaio 2016     Alle Società affiliate al Comitato Provinciale Autonomo (CPA) della FIGC/LND

 

Oggetto: D.L.13 settembre 2012, n. 158 convertito con la L. 189/2012 e il Decreto attuativo del Ministero della salute 24 aprile 2013, il cosiddetto “Decreto Balduzzi”

 

Come è noto, l’entrata in vigore del D.L.13 settembre 2012, n. 158 convertito con la L. 189/2012 e il Decreto attuativo del Ministero della salute 24 aprile 2013, il c.d. “Decreto Balduzzi”, a far data dal prossimo 20 gennaio obbliga le Società sportive dilettantistiche a svolgere l’attività sportiva sia agonistica che di preparazione in un impianto/i sportivo/i dotato/i di defibrillatore (DAE) e a garantire sempre la presenza di una persona abilitata all’utilizzo del DAE.

 

Il nostro Comitato considera assolutamente preminente la prevenzione sanitaria in campo sportivo, ciononostante non ha mai indugiato a criticare le norme di cui sopra e a chiederne la modifica per limitarne l’applicazione alle sole gare ufficiali delle varie attività sportive.

 

Per essere chiari consideriamo la legge di cui trattasi ingiusta nei confronti del volontariato sportivo e constatiamo che l’impegno per modificarla non è stato molto intenso, eccezion fatta per noi e per pochi altri, da parte di chi dovrebbe tutelare il volontariato sportivo dilettantistico invece di caricarlo di continui, sempre maggiori oneri. Tutte le iniziative per rinviare l’entrata in vigore del Decreto e per modificarlo sono partite da noi.

 

Al fine di essere ancora più netti affermiamo che quando la prevenzione sanitaria e la sicurezza assumono caratteri e dimensioni abnormi rispetto alle effettive necessità, si determinano per legge effetti di ingiustizia sociale, nel caso specifico a danno del volontariato sportivo e si favoriscono invece soprattutto aspetti strumentali e speculativi.

 

Detto quanto precede, nel confermare il nostro impegno per modificare l’impostazione della normativa di cui trattasi, cercando le alleanze sportive e politiche necessarie, siamo nella convinzione che le leggi dello Stato debbano essere comunque applicate.

 

Pertanto, invitiamo tutte le Società affiliate a verificare che l’impianto/i sportivo/i di loro utilizzo sia dotato del DAE.

 

È necessario prima di tutto fare la richiesta di dotazione del DAE al Comune oppure alla Comunità Territoriale di Valle di appartenenza. È sufficiente un unico DAE nell’impianto anche nel caso questo venga utilizzato da più Società sportive.

 

Qualora il Comune e/o la Comunità Territoriale di Valle rifiutino di dotare l’impianto sportivo con il DAE, le Società provvederanno all’acquisto per poi chiedere il rimborso del 70% del costo (contributo massimo ammesso € 700,00). Le modalità burocratiche da espletare per l’ottenimento del citato contributo sono spiegate nell’allegata nota a firma dell’assessore allo sport della P.A.T. Tiziano Mellarini (Prot. PAT/RFA040/2016-1257 del 4 gennaio 2016)

 

Nel contempo auspichiamo che le Società sensibilizzino il maggior numero possibile di loro tesserati maggiorenni a frequentare gli specifici corsi di formazione all’utilizzo del DAE. Il nostro Comitato ne ha già effettuati alcuni e ne ha programmati di nuovi di cui viene data notifica tramite i Comunicati Ufficiali.

 

È programmato un primo corso per l’abilitazione all’utilizzo del DAE:

 

sabato 23 gennaio 2016, presso il centro sportivo Trilacum con la seguente articolazione:

ore 08.00 inizio corso;

ore 12.00 pausa pranzo;

ore 12.30 ripresa corso;

ore 15.00 esami;

ore 17.00 termine.

 

Sono disponibili 18 posti che saranno riservati ai tesserati delle Società affiliate che per primi s’iscriveranno. La domanda s’intende effettuata se inviata via e-mail o fax, corredata dal versamento dell’importo di € 60,00 (comprensivo del pranzo e delle spese organizzative) sul seguente conto corrente bancario

 

"F.I.G.C. - L. N. D.  Comitato Provinciale Autonomo di Trento"

CASSA RURALE DI TRENTO

Via Belenzani - 38122 TRENTO

Codice IBAN:  IT 25 Z083 0401 8070 00007773751

 

La causale dovrà essere la seguente: “corso DAE 23/01/2016 – nome/i e cognome/i”  


Il prossimo corso è stato programmata per il giorno 20 febbraio 2016.


Si informano le Società che è stata inoltrata richiesta al Ministero della Salute affinché l’entrata in vigore della legge venga rinviata di almeno sei mesi.




Allegato: nota a firma dell’assessore allo sport della P.A.T. Tiziano Mellarini, Prot. PAT/RFA040/2016-1257 del 4 gennaio 2016.



Ulteriori informazioni in merito al Decreto Balduzzi saranno fornite in occasione delle riunioni zonali delle quali è già stato notificato il calendario.


ALLEGATO