LINK ALTRI COMITATI E SITI ISTITUZIONALI
 
News
22/12/2016
FINALE COPPA ITALIA CALCIO A 5 FEMMINILE: LA CINQUINA DEL NOMI VALE IL TRIONFO


SAN MICHELE ALL'ADIGE - Con una prestazione maiuscola l’Us Nomi Asd conquista la Coppa Italia di Calcio a Cinque Femminile superando per 5-1 l’Altopiano Paganella, avversaria di grande spessore. Le due formazioni, che in campionato hanno collezionato solo vittorie, nella Final Four avevano eliminato rispettivamente Alta Giudicarie e Latemar Ca5.

 

US NOMI ASD – ASD ALTOPIANO PAGANELLA 5-1

RETI: 7’ pt Scalet (1-0), 9’ pt Scalet (2-0), 21’ pt Bottamedi V. (2-1), 29’ pt Frieri (3-1), 2’ st Frieri (4-1), 16’ st Forti (5-1)

   

US NOMI ASD

1 Potrich Elisa, 2 Manica Valentina, 3 Forti Federica, 5 Vanin Giulia, 6 Pedri Silvia, 8 Frieri Fabrizia, 9 Arlanch Giorgia, 10 Scalet Roberta, 11 Vitti Debora, 12 Spahiu Alsida, 13 Bolza Daniela, 14 Benetti Gloria. All. Loss Daniele

    

ASD ALTOPIANO PAGANELLA

1 Calovi Veronica, 2 Sordo Selene, 3 Zeni Angelica, 4 Maule Gloria, 5 Togn Martina, 7 Bottamedi Debora, 8 Landini Elena, 9 Bottamedi Vanessa, 10 Zeni Alessandra, 12 Zini Giulia, 13 Donini Valentina, 15 Gabardi Arianna. All. Sanibondi Ivan

 

Arbitri: sig. Dagostino di Trento e sig. Frisanco di Trento   




Splendida cornice di pubblico al Palazzetto dello Sport di San Michele all’Adige, con tifo caloroso per entrambe le compagini. Partono forte le ragazze guidate da Daniele Loss che mettono in mostra qualità e intensità. La prima conclusione arriva dopo due minuti con la punizione di Frieri, mentre al 5’ Giulia Zini è reattiva sul tentativo di Valentina Manica. L’equilibrio si spezza al 7’ grazie al tiro di Roberta Scalet: la sfera tocca la parte bassa della traversa e si insacca alle spalle dell’incolpevole portiere. La reazione dell’Altopiano Paganella è immediata: Vanessa Bottamedi se ne va lungo l’out di destra ed impegna Alsida Spahiu con un diagonale rasoterra. Pochi secondi più tardi è però ancora il Nomi a colpire con Scalet che ben posizionata nella zona sinistra d’attacco riceve e non perdona, siglando la doppietta personale. La gara regala continue emozioni e Valentina Manica strappa applausi con una giocata deliziosa: palleggio, pallonetto e sinistro insidioso su cui il portiere riesce a salvarsi. Sul fronte opposto buona combinazione con Bottamedi che serve al centro Donini, ma la palla si allunga e l’occasione sfuma. Al 20’ punizione potente di Manica ribattuta da Arianna Garbardi che si immola. Alla ripresa del gioco la sfida si riapre grazie ad una prodezza (tacco volante strepitoso) di Vanessa Bottamedi, non nuova a certi numeri. Non passa nemmeno un minuto ed è ancora la stessa Bottamedi a sfiorare il palo con un tiro preciso. Al 24’ risposta della formazione lagarina con Frieri che si gira, incrocia con il destro e manda a lato di poco, poi al 26’ azione caparbia di Valentina Donini, Spahiu para e Federica Forti sventa il pericolo di testa. A ridosso dell’intervallo Fabrizia Frieri confeziona il terzo gol: controllo, palla spostata velocemente per trovare il varco giusto e tiro nell’angolo opposto per una rete pesantissima.

Il secondo tempo si apre con la squadra di Sanibondi che tenta di attaccare per rientrare rapidamente in partita. Martina Togn ci prova dalla distanza, ma senza fortuna, mentre sull’altro lato del campo è nuovamente Fabrizia Frieri a rendersi protagonista: ottimo movimento ad evitare l’opposizione avversaria e conclusione secca che vale il 4-1. Insiste il Nomi e Frieri, eccellente partita la sua, apre perfettamente sulla destra per Debora Vitti, il cui tiro sorvola di pochissimo la traversa. Non si arrendono, tuttavia, le ragazze dell’Altopiano Paganella: prima Elisa Landini obbliga Spahiu alla parata di piede, poi il destro di Vanessa Bottamedi è deviato dalla stessa numero dodici. Al 13’ punizione di Scalet, Zini è attenta e alza in corner, così come porta solo un calcio d’angolo il tentativo di Selene Sordo. Il sigillo sull’incontro lo mette Federica Forti al 16’: uno-due da manuale con la scatenata Frieri dopo una palla recuperata e destro calibrato e potente che si infila all’incrocio dei pali. Alessandra Zeni e compagne cercano comunque il gol con orgoglio e la numero dieci si fa vedere con uno spunto al 18’, ma Spahiu respinge. Nel finale è il palo a fermare il tiro di Vanessa Bottamedi, poi inizia la meritata festa del Nomi.


I numerosi spettatori hanno tributato un lungo applauso a tutte le giocatrici. Alla premiazione di rito sono intervenuti il Vice Presidente del CPA Paolo Guaraldo, il Responsabile Calcio a Cinque Marco Rinaldi e il Segretario Roberto Bertelli.


FOTO GALLERY
Us Nomi Asd Coppa Italia Calcio a 5 Femminile Altopiano Paganella Finale Coppa Italia Calcio a 5 Femminile Premiazione Coppa Italia Ca5 Femminile: Resp. Calcio a 5 Marco Rinaldi e Valentina Manica Marco Rinaldi, Responsabile Calcio a 5 e Alessandra Zeni Finale Coppa Italia Ca5 Femminile Finale Coppa Italia Calcio a 5 Femminile - Arbitri Dagostino e Frisanco Sezione di Trento