LINK ALTRI COMITATI E SITI ISTITUZIONALI
 
News
16/12/2018
FINAL FOUR COPPA ITALIA CALCIO A 5 FEMMINILE: SUCCESSI PER UNTERLAND DAMEN E TRILACUM


GARDOLO – Due partite coinvolgenti e in bilico fino all’ultimo istante, ma in finale di Coppa Italia approdano Unterland Damen e Trilacum, vittoriose di misura su Nomi e Alta Giudicarie.


Nella prima delle due semifinali il Nomi, formazione campione in carica, è costretto ad arrendersi alle altoatesine di mister Melchiori: le ragazze di Valentina Manica hanno creato tante palle-gol, ma una super Spitaler tra i pali e un po’ di sfortuna hanno impedito la rimonta.

Passando alla cronaca, bello spunto di Frieri al 4’ con tunnel e tiro parato dalla numero uno avversaria, poi, sul lato opposto, è Francesconi che anticipa il portiere ma non trova lo specchio. Al 10’ botta dalla distanza di Zanelli fuori bersaglio, ma pochi secondi più tardi l‘Unterland ha una buona chance con Ferraris che recupera un ottimo pallone e tocca per Micheletti che manda però a lato. Premono comunque le lagarine con la bella combinazione fra Forti, Zanelli e Arlanch, ma il tentativo di quest’ultima è respinto dall’uscita del portiere. Superato il quarto d’ora Frieri si rende due volte pericolosa: prima con dribbling e conclusione fuori, poi trovando l’opposizione coraggiosa di Spitaler. Ferraris dopo una progressione in solitaria sfiora il palo ed è il preludio alla rete del vantaggio: Micheletti recupera la sfera e appoggia all’indietro per Consolati che la piazza nell’angolino. In avvio di ripresa Dal Rì respinge su Ferraris, che al 10’ sigla tuttavia il raddoppio. La reazione del Nomi non si fa attendere: al 13’ Zanelli si vede negare il gol dal legno e tre minuti più tardi è la traversa a dire di no a Vitti. Spitaler sembra invalicabile e para a ripetizione, ma non può nulla sul tiro di Zanelli deviato da una compagna. Il Nomi insiste e attacca, ma prima Micheletti e poi Francesconi avrebbero la palla per mettere una seria ipoteca sul match. Marzia Dal Rì è brava a tenere vive le speranze di pareggio, ma l’assalto finale lagarino non dà esito.


UNTERLAND DAMEN – NOMI 2-1


RETI: 27’ pt Consolati (U), 10’ st Ferraris (U), 21’ st Zanelli (N)

UNTERLAND DAMEN: Spitaler, Dona, Mayr, Melchiori L., Francesconi, Sartoretto, Micheletti, Ferraris, Consolati. All. Melchiori M.

NOMI: Mosfaqa, Forti, Dalrì, Muraglia, Vitti, Frieri, Arlanch, Manica, Dal Rì. Zanelli. All. Manica

ARBITRO: Piccini di Arco-Riva


La seconda semifinale prevedeva lo scontro fra le due squadre in vetta a punteggio pieno in campionato e la gara non ha certo deluso le attese, con emozioni e belle giocate.

Dopo i primi spunti, arriva il primo brivido con Cretti che respinge sulla girata di Brunello e poi devia sulla conclusione dalla distanza di Mosca. La Trilacum risponde con una splendida azione: Leonardi allarga per Fichera che di prima serve sul secondo palo Cornella che centra il palo. L’equilibrio si spezza al 14’ quando Pisoni commette fallo su Brunello, con conseguente rigore trasformato da Debora Ghezzi. Al 19’ perfetta verticalizzazione di Ariu per Cornella che conclude sull’esterno della rete. Spinge la formazione di Vialo e dopo un’interessante triangolazione sulla sinistra Franceschetti deve uscire per fermare Cornella. Al 23’ la stessa Cornella va due volte vicinissima al pareggio: prima coglie il palo dopo aver rubato palla in zona d’attacco, poi si inserisce con i tempi giusti in anticipo sul marcatore e spedisce sul fondo di un soffio. La sfida è intensa e piacevole e al 27’ sono le giudicariesi a sfiorare il gol: eccellente riflesso di Cretti sul tiro di Brunello, mentre la conclusione di potenza di Debora Ghezzi sbatte sulla traversa. Prima del riposo chance per Fichera da un lato e Zambotti dall’altra, ma i portieri fanno buona guardia.

Dopo l’intervallo è subito svolta, con la Trilacum che ristabilisce il pari in meno di 40”: Leonardi conquista il possesso e serve Cornella che insacca di precisione. Le ragazze di Vialo hanno immediatamente l’occasione per ribaltare il risultato, con Leonardi che salta anche il portiere ma centra il palo. Le grigiorosse provano a pungere in ripartenza con Greggio, ma senza fortuna. Al 9’ episodio che potrebbe cambiare le sorti dell’incontro quando Brunello si invola verso la porta avversaria, ma si fa ipnotizzare dal provvidenziale intervento di Cretti. Sul fronte opposto Franceschetti respinge sulla spaccata di Brighenti, innescata dal delizioso tocco di Fichera. Al 17’ arriva il gol partita e lo firma Leonardi, tra le migliori, che vince con caparbietà un contrasto e infila Franceschetti. L’Alta Giudicarie non demorde e al 19’ Pellizzari si libera e con il destro mette fuori di poco. Nel finale ci prova Brunello, ma la Trilacum non sta a guardare e sfiora il tris, cogliendo anche una traversa con Fichera.

Il match termina tra gli applausi del pubblico, per il quale l’appuntamento è fissato ora per sabato prossimo con la finalissima che si disputerà proprio a Gardolo.



ALTA GIUDICARIE – TRILACUM 1-2

 

RETI: 14’ pt rig. Ghezzi (A), 1’ st Cornella (T), 17’ st Leonardi (T)

ALTA GIUDICARIE: Franceschetti, Stefani, Valenti, Zambotti, Ghezzi D., Pellizzari, Ghezzi M., Brunello, Corradi, Pierotto, Mosca, Greggio. All. Artini

TRILACUM: Cretti, Ariu, Pisoni, Brighenti, Zambanini, Malesardi, Leonardi, Bertolini, Stenico, Cornella, Fichera. All. Vialo

ARBITRO: Paolazzi di Trento


FOTO GALLERY
Nomi final four unterland damen final four alta giudicarie final four trilacum cornella cretti brighenti nadia spitaler unterland damen final four 2018