LINK ALTRI COMITATI E SITI ISTITUZIONALI
 
News
01/07/2019
RIUNIONE PLENARIA DELLE SOCIETÀ AFFILIATE: DATI E NOVITÀ


Sala del Centro Sportivo “Trilacum” stracolma per la Riunione Plenaria delle società affiliate. Inizio dedicato al calcio femminile, con la parola a Ida Micheletti, Consigliere del CPA, che si è detta innanzitutto orgogliosissima del risultato ottenuto dalla Nazionale Italiana ai Mondiali. È stata poi enunciata la distinzione tra la  Divisione Calcio Femminile e la Lega Dilettanti che si occupa dei campionati di livello inferiore e sul tema è intervenuto anche il professor Alberto Zanutto, che ha condotto una ricerca in materia, esplorando il mondo ancora poco conosciuto delle donne che praticano il calcio. In base agli studi di Zanutto è emerso che i numeri sono ancora ridotti e che persistono svariati pregiudizi e stereotipi da confutare. Le difficoltà che incontrano le ragazze non riguardano inoltre la pratica della disciplina in sé, bensì carenze di tipo associativo e organizzativo, senza dimenticare la mancanza di risorse e visibilità.

Il Presidente Ettore Pellizzari e il Consigliere Responsabile per il SGS Giorgio Barbacovi hanno in seguito illustrato i traguardi raggiunti dal “Progetto Rete!”, con la vittoria trentina nel torneo riservato ai ragazzi accolti nei centri Sprar di tutto il territorio italiano.

Si è passati quindi alla presentazione delle principali novità della stagione 2019-2020 che prende ufficialmente il via oggi 1 Luglio. Il Presidente del Comitato Provinciale dell'AIA, Ing. Giorgio Daprà, ha aiutato a chiarire le più significative variazioni a livello regolamentare che potete trovare nel riepilogo sottostante.

In chiusura si è passati alla premiazione delle compagini che hanno primeggiato nelle graduatorie della “Coppa Disciplina” e di quelle che hanno vinto i Campionati e non sono state premiate sul campo.

Presenti alla serata pure il Vice Presidente Vicario del CPA Paolo Guaraldo, il Vice Presidente Renzo Rosà, i Consiglieri Marco Rinaldi, Stefano Grassi e Silvano Webber, il Segretario Roberto Bertelli, la responsabile amministrativa Fiorenza Corradini e Paolo Visintini.

.

Tutte le FOTO disponibili sulla pagina Facebook LND Trento: https://www.facebook.com/lndtrento/posts/2724149537617772?__tn__=K-R


Alcune novità per la Stagione Sportiva 2019/2020

-        il calciatore sostituito dovrà uscire dal campo dal lato della linea perimetrale del campo a lui più vicina nel momento della sostituzione contemporaneamente all’entrata in campo del sostituto che entrerà come al solito all’altezza della linea centrale del campo sul lato delle panchine.

 

-        Dopo il calcio di rinvio non è necessario che il pallone esca dall’area per essere toccato da un secondo calciatore

 

-        I calciatori in lista possono svolgere la funzione di assistente di linea (di parte) dell’arbitro e successivamente partecipare alla gara in sostituzione di altro calciatore.

 

-        Le gare sospese per maltempo o altro, che non sia per provvedimento disciplinare, verranno recuperate solamente per il minutaggio non disputato riprendendo dal minuto di gara della sospensione. Non per le gare del Settore Giovanile per le quali probabilmente la medesima norma entrerà in vigore dalla stagione 2020/2021.

 

-        È stata introdotta la norma per cui il calciatore che cessa l’attività intraprendendo quella di arbitro può tornare a fare il calciatore con il consenso della Società originaria di appartenenza (prima non era possibile e chi da calciatore passava a fare l’Arbitro non poteva più tornare a fare il calciatore).

 

-        Come ampiamente dibattuto nei mesi scorsi per le Società di Eccellenza e di Promozione dei CPA di Trento e di Bolzano l’obbligo dei giovani in campo durante le gare è limitato ad uno: nato dopo 1/1/2000 per la Promozione, nato dopo 1/1/2001 per l’Eccellenza.

 

-        Alla luce del progetto LND di valorizzazione dei giovani nei campionati di Eccellenza e di Promozione, che prevede un premio in denaro, verrà fatta una valutazione dai CPA di Trento e di Bolzano per l’introduzione dei Play Out con la finalità di limitare possibili speculazioni.

 

-        Entra in vigore la norma che obbliga l’allenatore patentato anche nell’Under 15 provinciali, quindi per tutte le categorie giovanili agonistiche è obbligo avere l’allenatore abilitato. Dalla stagione 2020/2021 anche per tutte le categorie dell’attività di base vi sarà l’obbligo. La LND è d’accordo ma nello stesso tempo è impegnata a risolvere le problematiche di carattere economico che assillano le Società anche per i costi degli allenatori e per situazioni di difficoltà anche a prescindere dagli aspetti economici. Ragionevolmente si chiederanno le deroghe necessarie.

 

-        I corsi per gli allenatori cambieranno format; non ci sarà più il corso per allenatori UEFA B il cui titolo abilita ad allenare dalla serie D in giù comprese le squadre del Settore Giovanile. Per diventare allenatori UEFA B d’ora in poi sarà necessario acquisire l’abilitazione al corso UEFA C, che abilita per allenare le squadre del Settore Giovanile e il corso di Allenatore Dilettante regionale che abilita ad allenare dalla Promozione in giù le squadre dilettantistiche.  Chi avrà acquisito le due abilitazioni sarà automaticamente, di conseguenza, allenatore UEFA B.

 

-        Il vincolo sportivo per i calciatori dilettanti deve essere confermato nell’attuale normativa, al massimo ridotto di un anno, dagli over 25 agli over 24. Quindi il nuovo Statuto della FIGC che il Commissario ad Acta sta predisponendo per corrispondere ai nuovi principi informatori del CONI non dovrà mettere ulteriormente in difficoltà le Società dilettantistiche cambiando la normativa sul vincolo.

 

-        È cambiato l’Art. 96 delle NOIF, Premio di preparazione. Ora si terranno in considerazione le ultime tre Società (anziché due) che negli ultimi cinque anni (anziché tre) avranno avuto tesserato il giovane calciatore prima del vincolo pluriennale. Per ogni annualità di formazione verrà riconosciuto un quinto dell’importo complessivo del “Premio” sulla base della valorizzazione stabilita dalla FIGC.

 

-        Per quanto riguarda la formazione dei gironi di 1^ e di 2^ categoria, argomento sempre molto sentito, Il Consiglio Direttivo del CPA di Trento sta valutando di cambiare rispetto agli assetti delle stagioni precedenti, consentendo un rimescolamento che consenta confronti con Società diverse rispetto ai campionati precedenti. In questa eventualità verranno comunque esclusi inserimenti nello stesso girone di squadre territorialmente agli antipodi.

 

-        È stato ufficializzato il nuovo Codice di Giustizia Sportiva della FIGC. Rispetto al precedente si segnala, fra l’altro, la riduzione dei tempi per i ricorsi da sette a cinque giorni sia in primo che in secondo grado.

 

-        Rispetto alla normativa precedente è stata introdotta una modifica per quanto le rinunce alle gare; l’esclusione dal campionato avverrà dopo la seconda rinuncia mentre prima avveniva dopo la quarta.