LINK ALTRI COMITATI E SITI ISTITUZIONALI
 
News
18/11/2019
ANCHE I GRANDI CAMPIONI DI SERIE A CONTRIBUISCONO IN AIUTO DI DIEGO CANELLA: ...c'è la maglia di Radja Nainggolan


In riferimento al crowdfunding di Diego Canella si confermano tutte le precedenti comunicazioni ad eccezione della disponibilità della maglia del Capitano del Cagliari, Luca Cippitelli.

Invece la maglia a disposizione per i premi è quella di Radja Nainggolan.




DIEGO CANELLA, IL PORTIERE NOSTRO FENOMENO

Grazie per l’aiuto che in molti avete dato a Diego Canella; C'è ancora un po' di tempo per aiutare, fino al prossimo 4 dicembre.

Nella gara di solidarietà a favore di Diego si è raggiunto il primo obiettivo superando in breve tempo l’importo di € 10.000.

Quindi fino al 4 dicembre prossimo è aperto il crowdfunding per Diego; ora ci poniamo l’obiettivo di raggiungere e superare € 20.000.

ANCHE I GRANDI CAMPIONI DI SERIE A CONTRIBUISCONO IN AIUTO DI DIEGO CANELLA.

A seguito dell’iniziativa promossa dal Comitato Provinciale di Trento della F.I.G.C./L.N.D. a favore del nostro portiere fenomeno Diego Canella, del quale di seguito si ripropone la storia, si sono dimostrati di pronta sensibilità grandi campioni di Serie A e le loro rispettive Società.

Il dottor Tommaso Giulini, presidente dello strepitoso Cagliari guidato da mister Rolando Maran, ha messo a disposizione tre maglie ufficiali della sua Società.

Robin Olsen  Portiere       1 maglia 

Alessio Cragno  Portiere   1 maglia 

Luca Cippitelli  Capitano Radja Nainggolan  1 maglia autografata

 

Grazie al Presidente Giulini e a Mister Maran

L’Inter, grazie all’interessamento del dott. Roberto Samaden, responsabile del Settore Giovanile della Società e contemporaneamente vice Presidente del Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C., ha trovato l’immediata disponibilità di un grande campione, anche lui portiere come Diego, Samir Handanovic e del preparatore dei portieri dell’Inter, Paolo Orlandoni.

Samir Handanovic Capitano Portiere  3 maglie autografate e 1 paio di guanti autografati

Paolo Orlandoni Ex Portiere dell’Inter e attuale preparatore dei Portieri 1 paio di guanti autografati

Julio Cezar Mitico ex Portiere dell’Inter  1 paio di guanti autografati

Grazie al dottor Roberto Samaden

Le maglie e i guantoni costituiscono i nuovi premi che contribuiranno, insieme soprattutto alla sensibilità e generosità di ognuno di noi, ad incrementare la raccolta di fondi per Diego Canella e per la sua Famiglia.

Esse rappresentano un simbolo di solidarietà che sa esprimere l’intero mondo del calcio, sia dilettantistico sia professionistico.

Sostituiscono le 10 maglie della Nazionale Italiana di Calcio che la F.I.G.C. aveva messo a disposizione e che hanno indubbiamente trainato l’iniziativa. Una al giorno, in dieci giorni, sono state assegnate e quindi si sono esaurite. Ora procediamo con le maglie di Olsen, Cragno, Cippitelli Nainggolan, con le maglie e i guanti di Handanovic, che tutti ringraziamo calorosamente. Soprattutto andiamo avanti, per quello che possiamo, con la volontà di aiutare un nostro amico che amava tanto giocare a calcio e che ora non lo potrà più fare; aiutiamolo a difendere la porta della sua vita.

 

Ecco il link per il crowdfunding: www.eppela.com/diegocanella

 

STORIA DI DIEGO CANELLA

Anche in Trentino abbiamo dei fenomeni dello sport, persino nel gioco del calcio del quale siamo privi di squadre professionistiche.

Quello che vogliamo celebrare e aiutare è Diego Canella, portiere della Società Redival, squadra di Seconda categoria di Pejo in Val di Sole.

Diego era un forte portiere, cercava di emulare il suo idolo Gigio Donnarumma del Milan che è più giovane di lui e un po’ gli assomiglia. Diego aveva quasi 24 anni il 30 aprile 2017 e compiva parate incredibili volando da un palo all’altro della porta che difendeva per la sua squadra che era nei primi posti in classifica ed era impegnata nelle ultime partite di campionato con l’obiettivo di essere promossa in Prima categoria.

Quella Domenica sera la Redival disputava a Mezzolombardo (TN) una partita contro la squadra locale. All’undicesimo del primo tempo Diego compiva una delle sue parate uscendo sul centravanti avversario. Si verificava uno scontro fortuito che cambiava per sempre la vita di Diego e della sua famiglia, oltre che a farci sentire vicini a lui.

La partita venne sospesa; Diego fu trasportato in ospedale dove venne sottoposto ad un delicato intervento chirurgico alla testa. Da quel momento, purtroppo, le parate di Diego si spensero.

Al termine del campionato la Redival venne promossa in Prima categoria nel nome di Diego mentre lui lottava in ospedale per difendere la porta della sua vita con l’amorevole sostegno di mamma Luciana e delle sorelle Federica e Irene. Anche la famiglia della sua Società sportiva si stringeva a Diego.

Le cure sono lunghe e costose, il prodigarsi della famiglia non conosce limiti.

Purtroppo la speranza che Diego possa tornare a volare in difesa della porta del Redival non è cancellata, ma si è di molto allontanata.

Diego resta un fenomeno così come la famiglia che lo assiste.

La casa di Cogolo dove Diego vive deve essere adeguata in maniera congrua al suo attuale stato.

Il C.P.A. di Trento della F.I.G.C. – L.N.D., in accordo con mamma Luciana, chiede aiuto per Diego attraverso una sottoscrizione che consenta di sostenere le onerose spese per le cure e quelle di adeguamento della sua casa di Cogolo che superano, anche in prospettiva futura, tutti gli aiuti finanziari.

Il nostro impegno per Diego riprende ora e proseguirà fino a Natale 2019.

Il CPA di Trento della FIGC/LND partecipa direttamente a questa iniziativa benefica e chiede a tutti di aiutare Diego e la sua fenomenale famiglia.

 

Comitato Provinciale Autonomo della FIGC/LND di Trento