LINK ALTRI COMITATI E SITI ISTITUZIONALI
 
News
07/12/2019
IL TRENTO NE FA SEI E LA COPPA È GIALLOBLÙ

TRENTO – MORI S.STEFANO 6-1

RETI: 9’ pt, 21’ pt e 13’ st Sottovia (T), 33’ pt e 16’ st Pietribiasi (T), 46’ pt Cescatti (M), 41’ st Caporali (T)
TRENTO: Conci, Paoli (41’ st Perdezolli), Panizza (10’ st Pellicanò), Pettarin (18’ st Ferraglia), Carella, Trainotti, Caporali, Fortunato, Sottovia, Pietribiasi (27’ st Comper), Baido (10’ st Santuari). All. Toccoli
MORI S.STEFANO: Prezzi (20’ st Bordignon), Pozza C., Moscatelli, Dal Fiume S. (19’ st Cascone), Libera, Pedrotti (10’ st Simonini), Comai (4’ st Rizzello), Dossi, Pezzato, Cerda (7’ st Marchione), Cescatti. All. Zoller
ARBITRO: Ugolini di Trento (Giannone di Arco-Riva e Parisi di Rovereto)

LAVIS – La tripletta del bomber Sottovia e la doppietta dell’ottimo Pietribiasi trascinano il Trento che si aggiudica la Coppa Italia Eccellenza Promozione. Il sesto e ultimo sigillo aquilotto porta invece la firma di Caporali, mentre la rete con cui il Mori Santo Stefano aveva accorciato le distanze è di Cescatti. In un gremito “Mario Lona” i tricolori di mister Zoller sono ben messi in campo e non rinunciano ad esprimere un buon gioco, ma dopo nove minuti i gialloblù sbloccano il punteggio: manovra sul lato sinistro, palla a Sottovia che al limite controlla e con un preciso rasoterra la piazza nell’angolino per il vantaggio. Al 17’ Prezzi respinge il destro di Pietribiasi, ma quattro giri di lancette più tardi la formazione di Toccoli raddoppia: Il neo-acquisto Fortunato verticalizza perfettamente per Pietribiasi che è altruista e appoggia al centro per Sottovia che a porta sguarnita non può sbagliare. Poco dopo sovrapposizione di Paoli sulla corsia di destra, traversone per Sottovia che mette dentro, ma il guardalinee segnala l’offside. Il Mori c’è e riesce a farsi vedere dalle parti di Conci: Pezzato lotta e serve Cerda che scarica al limite per Dossi che calcia con il mancino, trovando tuttavia la parata del portiere aquilotto. Superata la mezz’ora il Trento cala il tris, con Pietribiasi che approfitta di un errore difensivo ed infila il portiere in uscita. Nel finale di tempo capitan Pozza è provvidenziale nell’interrompere una ripartenza potenzialmente letale e ad una manciata di secondi dal riposo il Mori segna grazie a Cescatti che sugli sviluppi di un corner insacca nonostante un tentativo di salvataggio in extremis. Dopo l’intervallo i tricolori ci provano con Libera, ma al 13’ lo scatenato Sottovia vince un contrasto con grande caparbietà, evita il difensore e salta anche il portiere, realizzando la quarta marcatura gialloblù, la terza personale di giornata. Il Trento preme ancora e al 16’ Paoli vince un duello di forza e tocca verso Caporali che crossa per Sottovia, il quale si coordina splendidamente: il portiere si oppone ma la sfera resta lì e Pietribiasi sotto misura non perdona, arrotondando il risultato. A quattro minuti dallo scadere altra splendida giocata di Sottovia che finta il tiro e premia l’inserimento centrale di Caporali che batte Bordignon (entrato in precedenza per l’infortunato Prezzi) ed aggiunge il proprio nome al tabellino. L’ultimo sussulto del match è di marca moriana, con la botta di Dossi respinta da Conci. Festa gialloblù, ma applausi pure per il Mori S.Stefano.
A fine gara il Presidente del CPA Trento Ettore Pellizzari si è complimentato con le due squadre, procedendo poi alla premiazione, a cui hanno partecipato anche il Vice Presidente Renzo Rosà, il Vice Presidente Vicario Paolo Guaraldo, il Consigliere Stefano Grassi, con la preziosa collaborazione di Michele Santagata, Paolo Visintini e Alessandro Consolati.
Il Trento sfiderà ora nell’incontro di Laives del 14 dicembre i pusteresi del San Giorgio, che hanno sconfitto il Termeno nella finale altoatesina.

FOTO GALLERY